Dal 2021 più tutele in Cina per le Igp europee.

Nell’accordo anche 26 eccellenze italiane dal Parmigiano ai vini. Altro passo in avanti nella trattative con la Cina per il mutuo riconoscimento di un paniere di 100 prodotti alimentari a indicazione geografica che porterà vantaggi commerciali anche per l’Italia. Nel 2019 la Cina è stata la terza destinazione dei prodotti agroalimentari dell’UE, raggiungendo 14,5 miliardi di euro. Dopo un lungo iter, l’accordo era stato siglato nel novembre scorso dall’Ue, oggi finalmente la firma del documento che prevede il mutuo riconoscimento di 100 prodotti a indicazione geografica europei e cinesi, di cui 26 sono Made in Italy. Affinchè il patto entri in vigore bisognerà aspettare però il 2021 con l’approvazione del Parlamento europeo. Entro quattro anni dall’entrata in vigore l’ambito di applicazione sarà però ampliato in modo da includere altre 175 indicazioni geografiche di entrambe le parti… Articolo completo
Fonte: ilsole24ore.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *