Export, la tenuta del vino (-2,2% nel 2020 sul 2019) letta in “chiaro-scuro” dai produttori

Un segnale importante di tenuta del vino italiano, una conferma del suo apprezzamento nel mondo anche in pandemia, e da cui ripartire. Ma il -2,2% nelle esportazioni di vino italiano nel 2020 (sul 2019) messo nero su bianco dall’Istat (come già riportato da WineNews), nasconde in parte la reale difficoltà che sta vivendo molto del tessuto imprenditoriale del vino italiano, soprattutto quelle piccole e medie realtà focalizzate nell’alto di gamma che, nonostante uno scenario distributivo meno polarizzato nel mondo rispetto all’Italia, hanno sofferto lo stop, ancora in gran parte in atto, della ristorazione e dei viaggi, che, per una certa fascia di vino, resta predominante. Senza contare che molto ha inciso il primo bimestre 2020, con il mondo ancora fuori dalla pandemia, Cina a parte, e con le spedizioni di vino italiano molto accelerate sulla norma (soprattutto in Usa e Uk), da un lato per la paura dei dazi poi mai arrivati, dall’altro per anticipare gli effetti della Brexit che iniziano, invece, a farsi sentire… Articolo completo
Fonte: https://winenews.it/it/export-la-tenuta-del-vino-22-nel-2020-sul-2019-letta-in-chiaro-scuro-dai-produttori_437783/