Fine Wine, in 8 mesi 2020 l’Italia supera il valore 2019. I vini del Piemonte superano i Supertuscan

I grandi di Toscana su “La Place de Bordeaux”: l’indice del Solaia di Antinori in 3 anni a +24,9%, il Masseto piatto a +1,1%. La crescita tumultuosa dei vini italiani nel mercato dei fine wine, ormai, è un fatto. Ma in questa nicchia piccola e preziosissima, ci sono dinamiche nuove che emergono, come spiega l’ultima analisi del Liv-Ex. Per esempio, se negli ultimi 10 anni il valore del mercato secondario è cresciuto del 9% all’anno, il vino italiano ha messo a segno un +28,5% anno su anno, e proprio ieri, 25 agosto, il valore delle compravendite dei grandi vini del Belpaese scambiate sul Liv-Ex ha superato il totale dell’intero 2019, e presto accadrà lo stesso anche in volume. Ma in questo quadro, emerge che, per la prima volta, da inizio 2020, sono stati i vini piemontesi, Barolo e Barbaresco in testa, a muovere più valore, rispetto ai grandi Supertuscan, che, invece, hanno dominato la scena, sul fronte italiano, dal 2016 al 2019… Articolo completo
Fonte: winenews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *