Giampiero Bertolini: l’italiano che vuole riportare Biondi Santi sul tetto del mondo

Biondi Santi e il Brunello di Montalcino sono parte l’uno dell’altro. Fu infatti Clemente Santi ad avere l’intuizione che il Sangiovese in purezza potesse avere forza e struttura per diventare un grande vino, elegante e longevo. La prima bottiglia nacque nel 1865 e venne premiata a Parigi. Il nipote Ferruccio ebbe la soddisfazione di produrre la prima bottiglia di Brunello di Montalcino grande annata nel 1888. Eravamo ancora lontani da ciò che il Brunello è diventato oggi, simbolo enologico mondiale, oggetto del desiderio con costo medio per ettaro sopra al milione di euro e, con certezza, una delle più intense espressioni del binomio vino/territorio… Articolo completo

Fonte: repubblica.it