Il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano studia con MPS nuove formule a sostegno delle aziende

In attesa delle norme governative che daranno il via libera al “pegno rotativo”, Banca Monte dei Paschi di Siena e Consorzio hanno stipulato una convenzione. Vino Nobile di Montepulciano in “pegno” per finanziamenti con una ricaduta sulle imprese del territorio della denominazione toscana. E’ questa la misura che il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano sta per mettere in atto in collaborazione con il Monte dei Paschi di Siena, la storica banca nata proprio nella provincia della prima denominazione senese, da sempre in stretto contatto con le imprese del territorio. Si tratta in sintesi della misura del “pegno rotativo sui prodotti agricoli e alimentari a denominazione d’origine protetta o a indicazione geografica protetta recentemente introdotta dal Decreto Cura Italia su cui il Consorzio e la Banca hanno cercato di puntare in un momento in cui per le aziende vitivinicole, nonostante il Covid-19, è fondamentale continuare a investire. Misura che per essere attuata è in attesa del decreto attuativo da parte del Mipaaf che dovrebbe arrivare all’interno del cosiddetto “Decreto Italia”… Articolo completo
Fonte: sienafree.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *