Il vino si conosce e si impara dal divano

In questi mesi di chiusura forzata un grande numero di professionisti che ruotano intorno al mondo del vino – produttori ma anche ristoratori, sommelier, giornalisti – ha iniziato a proporre attraversi i propri canali sociali alcuni momenti di approfondimento utilizzando piattaforme che in poco tempo sono diventate familiari per molti, Zoom a Streamyard su tutte. Un numero particolarmente significativo di contributi che sono rimasti online e che quindi sono sempre fruibili, accessibili a tutti in ogni momento. Risorse non di rado molto preziose, in grado di accendere i riflettori su questa o quella tematica, su questo o quel territorio, su questo o quel vino e che di conseguenza permettono di approfondire come forse mai prima un numero molto vasto di argomenti legati al vino… Articolo completo

Fonte: linkiesta.it