Il virus non ferma la vendemmia del Carmignano

La vendemmia ai tempi del Covid19 cambia anche il modo di lavorare nel vigneto. Quest’anno si manterrà il distanziamento fra i filari dell’uva. Sarà una buona annata. Per Confagricoltura Toscana tutto dipenderà dall’andamento climatico dei prossimi 40 giorni e la produzione di vino dovrebbe essere inferiore solo del 10% rispetto allo scorso anno.”La temperatura e le piogge sono state regolari e hanno favorito la buona maturazione delle uve – spiega Francesco Colpizzi, presidente della Federazione Vitivinicola di Confagricoltura Toscana – e non abbiamo riscontrato stress fisiologici, direi che le premesse sono più che positive”. A Carmignano, la più piccola Docg d‘Italia, come si annuncia la vendemmia e soprattutto il lavoro con i nuovi protocolli sanitari? A Carmignano – dice Giuseppe Rigoli della fattoria Ambra di Comeana – assistiamo a una maturazione anticipata delle uve e noi inizieremo la vendemmia la prossima settimana con le uve del rosato, per il Vin Ruspo… Articolo completo
Fonte: lanazione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *