La vendemmia sarà buona “Ma aziende senza soldi”

Il consorzio Vino Chianti si prepara al futuro Bando di gara per la promozione in Usa e CanadaSi va verso la fine di luglio e si comincia a parlare di vendemmia. E’ chiaro: l’Empolese produce quasi un terzo della denominazione Docg Chianti (che in tutto è tra i 700 e gli 800mila ettolitri), poi ci sono i bianchi, gli Igt… Sarebbe un motore dell’economia, il vino, ma il condizionale quest’anno è d’obbligo e si capisce immediatamente il perché. Il Consorzio Vino Chianti spiega che al momento l’annata è “felice” per le condizioni climatiche per avere una buona vendemmia: giornate calde ma non torride e notti fresche. Le previsioni del laboratorio Lamma della Toscana ancora ieri davano un’impennata dei termometri tra fine mese e la prima decade d’agosto, con temperature sopra media, ma teniamo presente che la situazione delle colline non è la stessa delle città nei fondovalle. E allora andiamo a quel condizionale: “Le aziende sono senza soldi, e andiamo avanti solo con le nostre forze”… Articolo completo
Fonte: lanazione.it