Supertuscan: quando uscire dagli schemi regala vini nobili

La produzione di vino in Toscana ha origini antiche ed è accertato che furono gli Etruschi a introdurre la viticoltura nella regione fin dal 500 a. C., poi intensificata nell’epoca romana. Un’importante fase dell’enologia toscana risale agli anni Ottanta, caratterizzati da una maggiore ricerca della qualità, da ottenere grazie alla selezione in vigna e all’utilizzo di tecniche innovative in cantina. Inoltre si diffuse l’utilizzo delle barrique, si rese più pregevole il sangiovese e furono introdotti vitigni internazionali per blend poi diventati iconici. Questo fermento enoico portò molti produttori a lanciare vini di alta qualità, definiti Supertuscan per il grande successo internazionale che riscossero pur non rientrando in alcuna denominazione… Articolo completo

Fonte: gazzettadelgusto.it