Vino, un calice mezzo pieno

L’emergenza Covid-19 ha colpito tutta la filiera vitivinicola italiana. Pesa la chiusura di bar, ristoranti e il calo dell’export. Gli italiani che, in queste settimane, hanno acquistato vino lo hanno fatto negli unici canali aperti: la distribuzione moderna, i negozi alimentari e l’on line. Per quanto riguarda la Dmo, Iri ha elaborato per Vinitaly, riprogrammato dal 18 al 21 aprile 2021, i dati relativi al periodo che va da gennaio al 19 aprile 2020, dunque comprese le settimane di Pasqua. Nei primi 3 mesi e mezzo dell’anno le vendite di vino in iper, super, libero servizio, discount, hanno registrato una crescita a volume del 7,9 (+6,9% a valore) rispetto allo stesso periodo del 2019… Articolo completo

Fonte: distribuzionemoderna.info