Wine Spectator celebra la qualità dei vini della Toscana

Terzo posto assoluto per il Brunello di Montalcino Le Lucere 2015 San Filippo, ecco gli altri vini in classifica.
Firenze, 18 gennaio 2021 – E’ la regione europea con il maggior numero di vini in classifica, meglio di Piemonte, Bordeaux e Rodano, ad un solo passo dall’intera Spagna. La classifica annuale dei migliori 100 vini del 2020 di Wine Spectator, la rivista americana che è un punto di riferimento del settore da anni, ha premiato una volta di più la Toscana, inserendo ben 8 vini in classifica, di cui addirittura 5 nei primi venti. Un riconoscimento di qualità totale, confermato anche dalle singole valutazioni attribuite ai rossi toscani che peraltro offrono rispetto ai concorrenti californiani o francesi un altro elemento non banale in questo periodo, ovvero il prezzo mediamente più basso. Il miglior vino toscano del 2020, per Wine Spectator, è il Brunello di Montalcino Le Lucere 2015 San Filippo, al terzo posto assoluto dietro un Rioja 2010 (miglior vino dell’anno) e un Pinot Noir 2018 della Sonoma Coast californiana, ma fra i tre quello con il punteggio migliore: 97\100. Appena fuori dalla top 10, all’undicesimo posto, si piazza invece la riserva 2016 del Chianti Classico del Castello di Volpaia, mentre il cabernet sauvignon Legit 2016 di Tolaini è tredicesimo… Articolo completo
Fonte: lanazione.it